Storia - coopmdm

Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia

STORIA DELLA COOPERATIVA SOCIALE 
 “MADONNA DEI MIRACOLI” ONLUS

La Cooperativa Sociale “Madonna dei Miracoli” nasce nel 1994 dall’impegno dell’ANFFAS Opitergino Mottense (Associazione Nazionale Famiglie di Disabili Intellettivi e Relazionali) per la gestione di Servizi Educativi e Socio-Assistenziali per Disabili.
Un servizio a livello sperimentale era stato avviato già nell’86, quando viene presentato all’ULSS un progetto finalizzato alla formazione lavorativa dei disabili che non sono riusciti a completare la formazione professionale, prima di attuare il loro inserimento lavorativo.
Pian piano prendono avvio le ipotesi formative e le strategie operative, con la progettazione e l’allestimento di un laboratorio di falegnameria e l’inserimento delle prime quattro persone, presso il centro di Albano nella zona industriale di Motta di Livenza.
Grazie alla sensibilità e alla disponibilità dei Frati Francescani Minori, i quali hanno adeguatamente ristrutturato una porzione del loro convento per renderla funzionale ad ospitare dei laboratori per persone disabili, nel 1988 il Centro si trasferisce in un’ala del Convento, data in comodato gratuito all’ANFFAS.


1988  primi passi nella sede dell'ala del Convento

Dopo i risultati della prima fase di sperimentazione, viene presentato all’allora ULSS n. 11 il progetto di una struttura intermedia e più precisamente di un C.E.O.D. (Centro Educativo Occupazionale Diurno) che si concretizza nel gennaio del 1989 con una convenzione tra l’ULSS 11 Opitergino-Mottense e l’ANFFAS di Motta di Livenza.
E’ nel maggio del 1991 però che i Direttivi ANFFAS della Sezione di Motta di Livenza e Oderzo, deliberano la promozione di una Cooperativa di Solidarietà che avrà il compito di gestire il CEOD rendendone più agevole la conduzione ed aprendo la partecipazione attiva a persone esterne all’Associazione stessa, attuando così quella promozione della cultura dell’Handicap che sola può saldare il disabile alla società. Inoltre questa organizzazione professionale, che in forma di impresa persegua le finalità sociali, renderà il lavoro più efficiente ed efficace nel contesto giuridico ed economico.
Nel 1992 l’assemblea ANFFAS delle sezioni di Oderzo e Motta riunite, delibera la costituzione della Cooperativa di Solidarietà, la quale sarà costituita ufficialmente il 18 febbraio 1994 con il nome di Cooperativa Sociale “Madonna dei Miracoli”, nome voluto proprio per sottolineare la disponibilità della comunità Francescana.
Con l’adesione al Consorzio Prov.le INTESA ed al suo Codice Etico e con l’adozione del codice della Cooperazione Sociale di Federsolidarietà, (settore sociale di CONFCOOPERATIVE), la Cooperativa inizia il suo percorso di radicamento nel territorio e di partecipazione attiva al contesto sociale della provincia di Treviso.
Data importante nella storia della Cooperativa è il 1° gennaio 1996 quando la stessa subentra ufficialmente all’ANFFAS nella gestione del CEOD, convenzionandosi con l’ULSS n. 9 e aumentando progressivamente l’accoglienza degli utenti disabili.
Il suo cammino prosegue in un continuo crescendo sia nell’accoglimento di nuovi utenti sia nell’assunzione di nuovi operatori nonché nei progetti e nelle attività sempre più professionali e di qualità.
E’ nell’ottica di offrire servizi di qualità che nel gennaio 1999 la nostra Cooperativa aderisce al Progetto Qualità, elaborato e proposto dal Consorzio Provinciale Intesa che si avvale della competenza del Consorzio Nazionale della Cooperazione di Solidarietà Sociale Gino Mattarelli (C.G.M.) di cui il Consorzio stesso è socio.
In questi ultimi anni cresce anche la necessità di avviare nuove strutture, perché l’attuale è già arrivata al massimo delle sue potenzialità. Ed è allora che nel giugno del 1999 il Comune di Motta di Livenza approva il Progetto di sistemazione dell’immobile ex Scuole Elementari di Malintrada (frazione dello stesso Comune di Motta di Livenza) al fine di destinarlo in comodato alla Cooperativa con finalità socio educative per disabili, finanziato anche con un contributo dell’ULSS n° 9, secondo la corrispondente determinazione degli organi rappresentativi dei Comuni Associati.
Dopo un lavoro di circa due anni, nel marzo 2001 viene raggiunta la certificazione di qualità UNI-EN ISO 9002 con l’ente di certificazione CISCERT, e successivamente come previsto dalla norma, il passaggio alla UNI-EN ISO 9001 (o VISION) .

 

Nell’ottobre del 2002 viene inaugurata la nuova struttura di Malintrada, e il 7 gennaio 2003 vengono aperti i primi due laboratori presso la struttura, che prenderà il nome di CEOD “Il Grappolo” (mentre quella presso la sede viene definitivamente denominata CEOD “Il Punto”).
Nel 2003 inizia la collaborazione con le Associazioni OLTRE L'INDIFFERENZA e ANFFAS, per la realizzazione del progetto "EscoAnch'IO: Vacanze Estive"
Nel corso del 2003 la Cooperativa ha dato il via anche al Progetto “Gruppo Appartamento”, deliberando il 16 luglio 2003 l’acquisto di un immobile nel centro di Motta di Livenza e la relativa ristrutturazione. Nel 2004 si è stipulata la convenzione con l'ULSS 9 di Treviso per il funzionamento del servizio di residenzialità.
Nel 2007, presso il CEOD IL GRAPPOLO, si è attivato un nucleo per persone con disabilità gravissima.
Nella prima metà del 2008 si è attivato un secondo Gruppo Appartamento, situato nella città di ODERZO.


ottobre 2002 inaugurazione del CEOD "Il Grappolo"

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu